eBook a Km Zero – Writer2ePub

eBook a Km Zero – Writer2ePub

Nel precedente articolo abbiamo visto come formattare al meglio il nostro testo per prepararlo alla conversione in formato ePub. Prima di proseguire, facciamo un po’ di chiarezza. Diamo per scontato che ormai sappiamo tutti cosa sia un eBook. Se avete qualche dubbio o volete rinfrescarvi la memoria, potete leggervi questo post davvero esaustivo sull’argomento.

Nel nostro caso specifico, dobbiamo convertire il documento Writer in uno dei formati più diffusi nell’ambito dell’editoria digitale. Senza scendere troppo nei tecnicismi, diciamo che un ePub è un file che contiene del testo (il libro vero e proprio) e del codice nascosto che fornisce preziose indicazioni di formattazione e visualizzazione al nostro dispositivo di lettura. Sostanzialmente si stratta degli stessi linguaggi di markup che compongono le pagine web di ogni sito presente in rete: Xhtml, Css e Xml.

Per il momento non ci addentriamo nei meandri del codice, perché lo faremo quando introdurremo Calibre, ma limitiamoci a ricordare che l’Html definisce la struttura del nostro libro (titoli, paragrafi, immagini, ecc…) mentre il CSS si occupa di fornire uno stile a tutta la struttura (la grandezza del titolo, il rientro dell’indentazione, la spaziatura dei paragrafi, ccc…). L’Xml si utilizza principalmente per gli indici e i metadati.

Perché dobbiamo convertire il nostro file con Writer2ePub?

La risposta è piuttosto semplice: perché questo plugin ci fa risparmiare tempo.
Le strade da percorrere sarebbero due in effetti: importare il nostro manoscritto dentro Calibre e scrivere a mano ogni tag Html e regola Css oppure lasciar svolgere tutto il lavoro sporco a Writer2ePub e ritrovarci con del codice valido e corretto che dovremmo solo personalizzare e modificare a seconda delle nostre esigenze.
Come suggerisce infatti Luca Calcinai, il programmatore che ha scritto questo potente plugin:

Writer2ePub è un creatore di files ePub. Permette di generare un ePub di alta qualità a livello di codice e di aspetto tipografico con estrema semplicità e senza necessità di conoscenze specifiche in ambito editoriale o tipografico.

Vediamo nel dettaglio quali sono i passi da seguire per convertire il nostro scritto.
Prima di tutto assicuriamoci di aver formattato il testo come descritto nel post precedente. Sostanzialmente, dobbiamo ricordarci di:

  • Inserire le interruzioni manuali.
  • Utilizzare lo stile titolo per i capitoli e corpo del testo per tutto il resto.
  • Eliminare i numeri di pagina.
  • Convertire, dove possibile e se presenti, le tabelle in immagini.

Dopo esserci assicurati di aver seguito questi pochi ma fondamentali precetti, possiamo iniziare la conversione. Prima di tutto clicchiamo sul pulsante in alto a sinistra che aprirà la maschera per settare i parametri principali.

writer2epub

La disposizione delle voci potrà cambiare a seconda della versione di Writer2ePub installata e del sistema operativo in uso. Quelle che ci interessano sono:

  • Inserisci la pagina index.
    Inserisce un indice con collegamento ad ogni capitolo (sempre se abbiamo formattato i titoli nel modo corretto)
  • Dividi il file prima di ogni Titolo.
    Questo dà una risposta al motivo per cui i capitoli vanno evidenziati usando gli stili piuttosto che la formattazione diretta. In questo modo Writer2ePub saprà dove tagliare ed interrompere il testo nel dispositivo di lettura alla fine di ogni capitolo.
  • Dividi pagina ogni 200 kb.
    Nel caso non avessimo inserito titoli o le interruzioni di pagina manuali, comunque il plugin spezzerebbe il flusso del testo raggiunti i kb indicati (lo standard impone che i singoli file non superino i 300kb ciascuno).
  • Dimensione del font.
    Abbiamo ripetuto che i dispositivi di lettura permettono all’utente di scegliere la grandezza del font, ma potrebbero esserci dei casi specifici in cui si desidera impostare questo valore manualmente, soprattutto per sopperire la mancanza di scelta di certi device che offrono un range di dimensioni limitato (grande o piccolo). Per sicurezza, conviene comunque lasciare il valore di default (100%) per garantire la perfetta compatibilità con tutti i dispositivi.
  • Mantieni i file di lavoro.
    Spuntando questa opzione ci ritroveremo con tutti i file coinvolti nel processo di conversione (xhtml, css, xml) all’interno della directory di lavoro.
  • Nascondi i messaggi.
    Durante la conversione il plugin ci mostrerà dei messaggi per farci sapere cosa sta combinando; per velocizzare le operazioni ed automatizzarle conviene disabilitare questa opzione.
  • Chiudi il documento dopo la conversione.
    Non credo ci sia bisogno di spiegare nulla. Anche in questo caso è utile disabilitare questa opzione per facilitare ed agevolare il lavoro su più file.
  • Estrazione dei Metadati dal nome del file.
    Il plugin è in grado di ricavare alcune informazioni (metadati) direttamente dal nome del file. Questa parte si capisce meglio con un esempio. Poniamo che il nostro file sia nominato Festa Mobile-Ernest Hemingway-1964-Mondadori. Visto che Writer2epub identifica con A l’autore, con T il titolo con Y l’anno di pubblicazione e con P l’editore, potremmo inserire la combinazione T-A-Y-P per ricavare i metadati corrispondenti direttamente dal nome del file.
  • Apri la finestra dei metadati ad ogni creazione.
    Flaggando questa opzione suggeriremo al plugin di aprire la finestra dei metadati ogni volta che eseguiamo una conversione per permetterci di modificarli o verificarli.
  • Immagini
    Queste opzioni ci consentono di regolare la qualità delle foto e delle immagini che abbiamo inserito nel libro.
  • Inserisci i crediti Writer2ePub alla fine del libro.
    Aggiungiamo un riferimento all’autore del plugin e al suo progetto. Se lavoriamo su un file ad uso privato, possiamo anche non inserirlo; se invece stiamo creando un eBook destinato al commercio, credo sia una buona idea menzionare lo strumento che ci ha semplificato il lavoro. Che dite?

writer2epub

Dopo aver impostato in base alle nostre esigenze tutti questi parametri, possiamo passare direttamente alla conversione, cliccando sul tasto OK presente nella maschera del setup. In questa fase, ricordiamoci di NON inserire nessuna immagine di copertina.
Se abbiamo formattato in maniera corretta il nostro testo, ci troveremo con un file epub nuovo di zecca nella directory del progetto. La schermata mostrata dal plugin in caso di successo è simile a quella che vedete nell’immagine qua sotto.

conversione_writer2epub

A questo punto possiamo aprire il file ePub con il nostro device o software preferito ed ammirare il risultato di questa ultima fatica.
In linea di massima potremmo anche fermarci qua, ma noi siamo dei perfezionisti ed è proprio per questo che nei prossimi articoli vedremo come importare il file ePub all’interno di Calibre e personalizzarlo come vogliamo, ricostruendo o modificando la tavola dei contenuti, inserendo una copertina o riformattando titoli e paragrafi.
Insomma, la strada è ancora lunga ma noi abbiamo buone gambe e, al contrario di quel che recita un vecchio proverbio, abbiamo anche buone teste.

Parole chiave: #, #, #, #

Rubrica: Ebook a km zero, Top post

  • Scritto da:

  • Marco Mancinelli
  • Mi chiamo Marco e sono nato a Roma una quarantina di anni fa. La lettura di Mark Twain, all’età di otto anni, ha fatto scattare una specie di interruttore nella mia testa piena di capelli. Ispirato dalle avventure di Tom Sawyer, ho cominciato a scrivere e non mi sono più fermato. Ho pubblicato due romanzi, Cyberblood e In equilibrio sul silenzio. Aspettando di diventare famoso, dispenso perle di saggezza sui miei blog: www.marcomancinelli.eu e www.diaridiarkham.com Oltre alla scrittura, mi dedico con passione ad altre tre attività: surf, astronomia e programmazione. Se mi cercate e non mi trovate al computer, vuol dire che quel giorno ci sono le onde.


Commenta su Facebook

commenti

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. eBook a Km Zero - Come modificare un ePub con Calibre - Scrivo.me - [...] di Calibre per personalizzarlo e modificarlo in base alle nostre esigenze. Come abbiamo già detto nel precedente articolo, un file ...
Email
Print