Fatti accerchiare su Google Plus

Fatti accerchiare su Google Plus Illustrazione: Gaia Nasi

Abbiamo visto come la scrittura sia parte integrante della comunicazione sui social media e, dopo aver appreso consigli e suggerimenti sul giusto linguaggio da usare su Facebook e Twitter, ci dedichiamo al social layer di Google, il cui obiettivo è far (ri)conoscere la propria identità al pubblico condividendo informazioni professionali rilevanti per il nostro settore e presentandosi agli altri proprio come si farebbe nella vita reale.

Stiamo parlando di Google Plus: un vero e proprio hub dell’ecosistema di Google (uno dei motori di ricerca più consultati al mondo).

Come comunicare la propria identità ai tuoi lettori? Conversa e accerchia!

Google Plus, quindi, non è solo il social network di Google, ma è un aggregatore di informazioni in grado di creare una forte community attorno al tema che ci interessa, con lo scopo primario di farsi trovare più facilmente.

Tutto questo avviene anche grazie all’uso delle “cerchie”: uno degli strumenti che permette di seminare, far crescere e coltivare i propri contatti. Sono dei veri e propri contenitori personalizzabili in cui inserire tutte le persone che hanno una passione in comune e con le quali vogliamo condividere qualcosa o seguirne gli aggiornamenti  (ad es. “lettori”, “editori”, etc.).

Usale come delle categorie in cui inserire i tuoi contatti e targettizare gli utenti che ti seguono.

Come scrivere per Google Plus

Ecco qualche consiglio per riuscire ad entrare nei “Temi caldi” di Google Plus:

  • scrivi di un settore che conosci bene seguendo un piano editoriale che ti permetta di creare una community attorno alle esigenze alle quali fornisci una risposta;
  • edita il post usando una formattazione specifica: grassetto (*), corsivo (_), inciso (-). In questo modo:

○      evidenzia il testo usando il grassetto: metti il testo tra asterischi, così *testo in grassetto*;

○      usi qualche parola straniera? Utilizza il corsivo inserendo tra il testo due trattini bassi, così _testo in corsivo_;

○      per barrare il testo: usa due trattini, così  -testo da rendere barrato-;

  • non mettere limiti al tuo post (hai a disposizione sino a 100.000 caratteri), ma non esagerare, perché un testo troppo lungo sarà letto con meno probabilità;
  • anche se il testo può essere modificato dopo la pubblicazione fai attenzione a non fare refusi e controlla grammatica e ortografia;
  • inserisci una “Call-to-Action” in base ai tuoi obiettivi;
  • abbrevia i link con servizi di “url shortener”, come bit.ly, goo.gl, ow.ly;
  • utilizza gli hashtag per definire l’argomento che stai trattando e scegli il tuo “hashtag prioritario” che apparirà in alto a destra al tuo post e farà capire al lettore il topic che stai affrontando. Usando gli hashtag il tuo post sarà facilmente rintracciabile per quella categoria e potrà comparire nei risultati di ricerca (se hai un hashtag brandizzato non usare solo quello, ma uniscilo ad uno che rappresenti il tema);
  • aggiungi una foto di qualità, anche in formato .gif (sono le più virali e facilmente creabili anche da Google Plus attraverso la funzione di “autocomposizione automatica” durante il caricamento delle foto da mobile);
  • interagisci con la tua community: menziona altri account per chiedere opinioni, metti +1 e commenta i post degli altri.

E per concludere… fai decollare i tuoi contenuti

Per impostare un post completo ti consiglio di seguire questa struttura:

➔      *Titolo* (possibilmente in grassetto, in modo da risaltare nello stream delle notizie)

➔      _Sottotitolo_ (accenna l’argomento trattato, è come un breve sommario! Scrivi in corsivo per sottolinearne l’importanza)

➔      Descrizione della risorsa che stai condividendo (se necessario e pertinente inserisci un breve commento personale)

➔      Link di approfondimento esterno (meglio se accorciato con servizi quali bit.ly o goo.le)

➔      CTA (call to action) + eventuali menzioni

➔      Hashtag di riferimento (senza esagerare, massimo 3)

➔      In sostituzione dell’anteprima del link inserisci un’immagine ad hoc o un video direttamente da YouTube (aumenta la visibilità del post stesso).

Parole chiave: #

Rubrica: Scrivere sui social, Top post

  • Scritto da:

  • Giusy Congedo
  • Laureata in Comunicazione e specializzata nella comunicazione attraverso i social media ed il web 2.0, con qualifica di “Tecnico Marketing e Comunicazione web 2.0″, collaboro con realtà pubbliche, aziende private e con altri freelance esperti del settore, tra cui Paolo Ratto. Sono Hootsuite Ambassador per l’Italia (Volunteer Position) e Community Manager Freelance per diversi brand e progetti digitali. Contributor per Communitymanagerfreelance.it


Commenta su Facebook

commenti

Email
Print