Esercizi di scrittura per l’estate: il punto di vista

Esercizi di scrittura per l’estate: il punto di vista

Il nostro terzo esercizio di scrittura estivo è quantomai semplice e quantomai complicato. Oggi lavoriamo su quello che si chiama “il punto di vista” ovverossia la prospettiva di chi scrive. Useremo il modello più classico e ricco di implicazioni e scriveremo in prima persona.

Fin qui tutto facile, no?

La difficoltà viene adesso.

Dovete scrivere una storia che racconti nei dettagli quello che avete fatto nelle ultime 24 ore con una sola, trascurabile, piccola complicazione. L’io narrante (cioè voi che scrivete ) è uno zombie. Ovverossia un morto vivente che si nutre di altri esseri umani vivi, che fa piuttosto schifo e paura e che perde pezzi e membra per strada.

Ok, buon lavoro!

Parole chiave: #

Rubrica: Giochi

  • Scritto da:

  • Edoardo Brugnatelli
  • Nato nel 1956 (era presidente Gronchi). Laurea in Filosofia all’Università di Pavia. Per anni ho giocato (da brocco) a rugby. Suono male diversi strumenti a corda. Lavoro in Mondadori dal 1990: ho cominciato come redattore e ho finito per dirigere una collana (questo ci dice che c’è una speranza per tutti). Ho tre figli e un giro vita importante. Sto imparando il bergamasco.


Commenta su Facebook

commenti

Email
Print