Microlezione 7

La scelta di uno stile complessivo di una lettera – come abbiamo già visto – risponde alle stesse esigenze che possono sorgere quando si ha a che fare con scritti molto diversi (un racconto, un memoir autobiografico etc etc). Fortunatamente le scelte “strategiche possibili” nella costruzione dei periodi non sono infinite ma due.

Oggi parliamo della prima possibile modalità che si chiama (non vi spaventate!) “paratassi”: si tratta di strutturazione sintattica per cui in un periodo le proposizioni sono tra loro equivalenti, vengono poste in sequenze e non sono interdipendenti.

Esempio “Ieri ho fatto A e ho fatto B. Domani farò C”. Lo stile che si ottiene è di estrema semplicità, velocità e immediatezza comunicativa. Proprio grazie alla sua struttura un testo paratattico finisce per indurre in chi legge un effetto di attesa, che spinge a continuare la lettura. Inoltre questa costruzione per le sue caratteristiche di incisività e di chiarezza si presta benissimo a testi descrittivi.

Parole chiave: #, #

Rubrica: Microlezioni di scrittura epistolare

  • Scritto da:

  • Edoardo Brugnatelli
  • Nato nel 1956 (era presidente Gronchi). Laurea in Filosofia all’Università di Pavia. Per anni ho giocato (da brocco) a rugby. Suono male diversi strumenti a corda. Lavoro in Mondadori dal 1990: ho cominciato come redattore e ho finito per dirigere una collana (questo ci dice che c’è una speranza per tutti). Ho tre figli e un giro vita importante. Sto imparando il bergamasco.


Commenta su Facebook

commenti

Email
Print