Scrivi con noi

Scrivi con noi

Dal primo giorno di vita di Scrivo.me lo abbiamo detto:

Per fare tutte quelle cose che rendono un libro degno di tale nome sono assolutamente necessari due ingredienti: la passione e la professionalità

E ci siamo impegnati a restare fedeli a questa ricetta, offrendo i consigli, le spiegazioni, gli stimoli e anche i segreti di tutti gli autori che hanno scritto su queste pagine – pardon, questi video: scrittori, scrittrici, editor, fotografi, esperti di web, di diritto, di tecnologia, blogger, agenti letterari, traduttori e persino filosofi!

Dicevamo anche che

siccome pensiamo che scrivere e pubblicarsi siano cose serie abbiamo cercato e cercheremo di aprirvi le porte di questo mondo nel modo più adatto: giocando.  Il gioco è l’attività più seria che ci sia, la più gratificante e la più impegnativa, sospesa com’è tra regole e immaginazione.

Infatti, ci siamo divertiti un bel po’! Con XWriting per esempio, o con TwiScrivo, o ancora, proprio in questo giorni, con ParoleXdirlo TwPrimi

Ora vorremmo fare di più, e vorremmo farlo insieme a voi tutti. Abbiamo da poco aperto la nostra Biblioteca, in cui raccogliamo il lavoro dei nostri amici sotto forma di eBook gratuito e senza lucchetti, da far circolare il più possibile. Per noi è un modo di allargare le possibilità di lettura di chi ci segue, e per gli autori è un buon sistema per organizzare le proprie idee e i propri testi in un libro che porta il loro nome. Preparare e rendere disponibili questi eBook ci sembra anche un modo per ringraziarli della passione e della professionalità che hanno condiviso con noi.

Passione e professionalità, appunto.

Se pensi di averne a sufficienza di entrambe e ti piacerebbe metterle a disposizione di Scrivo.me, ci farebbe piacere ascoltare la tua idea. Ci piacerebbe lavorare insieme a un progetto comune – una rubrica, per esempio? – che dia a te la possibilità di mettere in mostra la tua professionalità e a noi di diffonderla il più possibile.

Ogni giorno riceviamo decine di e-mail di persone che vorrebbero collaborare con noi, ma ben pochi ci propongono un’idea precisa, concreta, fattibile e in linea con le cose che facciamo qui su Scrivo.me (ah, se ti serve un promemoria su cosa facciamo, leggi qui). Ecco perché vogliamo esser chiari: se sei uno o una di quelli che “a me mi piace molto scrivere… è la mia vita…” (sì, ci hanno scritto cose del genere…), quello che ti consigliamo e di aprirti il tuo blog.

Noi vorremmo dialogare con persone che

  • sappiano le regole minime della grammatica, dell’ortografia e della consecutio temporum;
  • siano a proprio agio con gli strumenti del web: i social network, le app, WordPress, per esempio. No, non proprio dei geek occhialuti, ma qualcuno con una discreta familiarità;
  • abbiano una competenza precisa: che siano editor, impaginatori, tipografi, web writers di comprovata esperienza, designer. Ma anche fotografi, insegnanti, bibliotecari, traduttori, esperti di marketing, sviluppatori web, umanisti informatici. E persino cuochi e sportivi, baby-sitter e medici, guardie giurate e cassiere (sapeste quante storie si nascondono nei supermarket!);
  • ci facciano una proposta precisa, articolata, sostenibile. Tipo: “mi piacerebbe pubblicare il mio trattato sull’importanza del font Helvetica con voi in 20 puntate” oppure “vorrei aprire una rubrica che spieghi come usare Word al massimo delle sue capacità” o ancora “intendo raccontare tutti i retroscena della casa editrice per cui lavoro, senza far nomi naturalmente“.
  • scrivano cose che abbiano una qualche utilità per gli altri scriventi, e non solo per se stessi (ricordate: scrivere significa pensare e rivolgersi agli altri): quindi NO a diari, storie personali, racconti. Non siamo un blog letterario e non pubblichiamo inediti.
  • NON ci dicano solamente “mi piacerebbe scrivere per voi” (repetita iuvant). 

Ecco, se credi di avere questi requisiti, ci farebbe molto piacere parlare con te. Come si dice: da cosa nasce cosa, e poi finisce che magari facciamo un eBook insieme!

Scrivici allora a redazione @ scrivo . me (senza spazi naturalmente), così ci conosciamo per bene, ti va?

Parole chiave:

Rubrica: La posta del Direttore, Top post

  • Scritto da:

  • Edoardo Brugnatelli
  • Nato nel 1956 (era presidente Gronchi). Laurea in Filosofia all’Università di Pavia. Per anni ho giocato (da brocco) a rugby. Suono male diversi strumenti a corda. Lavoro in Mondadori dal 1990: ho cominciato come redattore e ho finito per dirigere una collana (questo ci dice che c’è una speranza per tutti). Ho tre figli e un giro vita importante. Sto imparando il bergamasco.


Commenta su Facebook

commenti

2 Commenti

  1. Elenco requisiti di cui potreste disporre per un’eventuale collaborazione:
    1) io e mio figlio, creativi compulsivi, che da sempre comunichiamo parlando e scrivendo senza distinguere le due cose, abbiamo all’attivo numerosi racconti che attingono a tutti i generi letterari;
    2) l’Aletti (nel 2008)ci pubblicò un primo volume (DIAPOSITIVE) che è una raccolta di storie vere, opera acquisita in seguito dalla Feltrinelli e dall’Amazon (controllate sul sito, ci pubblicizzano ancora);
    3) nel caso servisse anche un grafico di altissimo livello, potremmo avvalerci della collaborazione di mio fratello (PRINT SERVICE di Cornetta Carmine (ha persino collaborato con grandi stilisti italiani).
    A questo punto la domanda sorge spontanea: di cosa abbiamo bisogno? Vorremmo un efficace e serio (nel senso legale del termine) aiuto per pubblicizzare i thriller di mio figlio o le sue storie surreali o, se preferite, i miei romanzi d’amore, le mie storie vere o altro. Se vi abbiamo convinto, contattateci.

    Mi piace(3)Non mi piace(1)
  2. Mio aforisma:”le parole non servono per innalzare muri, ma per aprire sentieri”…Peccato che siano in così pochi a crederci!

    Mi piace(1)Non mi piace(0)
Email
Print