Scrivere a mano o con la penna su iPhone e iPad

Scrivere a mano o con la penna su iPhone e iPad Illustrazione: Studio Armad'illo / Lorenza Natarella

Mai come in quest’epoca, questo pianeta ha ospitato così tante persone che scrivono. Questo non solo per l’ovvio aumento dell’alfabetizzazione. Il merito è anche della tecnologia. Con tutti questi tablet e smarthphone che girano, e con la diffusione dei social network, si scrive molto di più. Anche nei momenti più strani. Prova a salire su un autobus, un tram, un treno, e guarda attorno. Fa’ caso a quanta gente, oggigiorno, anziché leggere, scrive. Con questi aggeggi elettronici in mano.

Non è detto che la scrittura debba per forza essere digitata dalla tastiera. Si può usare un iPad o un iPhone per scrivere (o disegnare) a mano. E poi inviare il risultato per email, o modificarlo mille volte, e così via.

La penna? E’ il tuo dito.  Altrimenti puoi provare una delle penne realizzate apposta per scrivere o disegnare a mano su iPad (per tutti i gusti, dai 20 dollari in su).

Si dirà: quale senso può avere utilizzare un iPad per scrivere a mano, quando si può già farlo comodamente sulla carta? Giusta obiezione. Restano tuttavia alcuni innegabili vantaggi riservati al digitale:

  • con le app di scrittura a mano, possiamo avere taccuini o bloc-notes di un numero infinito di pagine;
  • possiamo avere un numero potenzialmente infinito di taccuini, stivati in un apparecchio piccolo come un telefono o un tablet;
  • tutto ciò può essere agevolmente trasportato sempre e in ogni posto (prova a portare con te, in tasca, un taccuino di un migliaio di pagine);
  • ogni taccuino e ogni foglio può essere immediatamente inviato come email ad amici, collaboratori, colleghi (non mi risulta che per il momento sia possibile inviare per email oggetti fisici, di carta o di altro materiale).

Eccetera, eccetera. Una delle app gratuite da provare, se si possiede un arnese come l’iPad o l’iPhone, si chiama Penultimate. Non costa nulla, è gratis. Basta scaricarla da qui.

Un’altra del tutto simile è FiftyThreee (53), specializzata però nel disegno e nello schizzo, non nella scrittura. Come Penultimate è gratis, tuttavia alcuni strumenti da disegno come i pennelli vanno comprati online. Ma noi ci accontentiamo della penna, per il momento.

Ora proviamo a spiegare come funzionano queste app. Come al solito cercheremo di spiergarlo nel modo più semplice possibile. Lo scopo di questo articolo è infatti spiegare il funzionamento delle tecnologie a neofiti e agli imbranati. Peraltro chi sa già maneggiare alla grande iPad e iPhone immagino non abbia bisogno di istruzioni.

Cominciamo. Abbiamo scaricato Penultimate: adesso apriamo l’applicazione.  E’ come avere in mano un taccuino, ancora candido e illibato, con un numero infinito di pagine. Un tocco sull’icona della stilografica ed ecco che possiamo selezionare il colore e le dimensioni del tratto.

1

Puoi scegliere se scrivere su fogli bianchi, a righe a quadretti:

Penultimate

Puoi anche decidere di usare fogli a righe orizzontali, larghe, strette, eccetera. O usare i foglio già pronti per uno storyboard:

Ora prova a incollare una fotografia o un’immagine sul tuo foglio. Intorno alla fotografia puoi scrivere o disegnare quel che vuoi:

4

Come si fa a inserire un’immagine sul foglio? Basta cliccare sull’icona a sinistra. Puoi decidere di mostrare sul foglio una foto fra quelle già scattate (Foto) con il tuo iPhone o iPad. Oppure scattarne una subito (Camera), al momento:

5

 

Ecco, nell’ esempio qui sotto non ho scritto nulla ma mi sono divertito con qualche foto. E’ sempre possibile inviare il foglio per email o come allegato a un messaggio. O salvarlo, stamparlo, ecc.

 

Una volta che abbiamo finito di scrivere o di disegnare (o di fare entrambe le cose), possiamo inviare il nostro taccuino, con tutti i fogli che contiene, ad altre persone che così possono leggerlo o guardarlo. Oppure possiamo stamparlo:
7

 

Il consiglio per chi possiede un iPhone o un iPad è quindi di provare queste app e giocarci un po’, sfruttando le molte opzioni gratuite. Penultimate e 53 possono essere utili per raccontare storie, prendere appunti, o semplicemente ritrovare il piacere della calligrafia senza tastiera.

Chiunque abbia consigli da darci sull’argomento (altre applicazioni, altri strumenti) dica la sua nei commenti. Le porte della condivisione di informazioni sono spalancate.

 

Parole chiave: #, #, #

Rubrica: App, app!, Top post

  • Scritto da:

  • Confuso
  • Pare che dietro il nickname di Confuso si celi un tizio che ha scoperto il web nel 1995 e inaugurato il suo blog personale PersonalitaConfusa nel 2002. Costui peraltro scrive la propria autobiografia su Twitter dal 2007. Come se non bastasse, da 15 anni si ostina con fortune alterne a lavorare nell'editoria digitale. Coabita con una donna molto più bella di lui e con un duo di bambini ferocissimi.


Commenta su Facebook

commenti

2 Commenti

  1. A me piace molto anche Bamboo Paper di Wacom, con il suo stilo. È la mia app preferita per la scrittura a mano su iPad.

    Mi piace(3)Non mi piace(0)
    • La redazione di Scrivo.me

      Giusto. Chi fosse interessato lo trova qui.

      Mi piace(2)Non mi piace(2)
Email
Print