Gli auguri del Direttore

Gli auguri del Direttore Illustrazione: Studio Armad'illo / Alessandra Psachararopulo

Si avvicinano pericolosamente le feste, col loro devastante carico di colesterolo, interminabili incontri familiari eccetera eccetera. Di solito è anche il momento di fare dei bilanci, ma spero non vi dispiaccia se rimando a Capodanno questa incombenza.

Fin d’ora, comunque, è certo è che attorno a Scrivo.me si sta costruendo una comunità fatta da persone che amano i libri, la scrittura, le letture, la letteratura in ogni sua espressione e tutto quanto circonda il mondo delle parole di carta e digitali. Proprio per questo, quello che vorrei ora è che questa nostra comunità si fermasse un istante e dedicasse qualche minuto del proprio tempo a un amico, Ugo Malaguti, uno dei padri della fantascienza e del fantasy italiano e alla sua difficile situazione.

Non conosco di persona Ugo, ma è lo stesso un amico: chiunque abbia messo la sua passione e la sua professionalità al servizio della parola scritta è uno di noi e – ancor di più – se ha dedicato la vita a questa passione e a questa professionalità. Ora questo amico è in difficoltà e mi piace pensare che l’appello che alcune persone di grande generosità umana e intellettuale fanno in suo favore non resti inascoltato da tutti noi che in un modo o nell’altro facciamo parte della comunità di Scrivo.me.

L’appello è qui e, per queste feste, spero davvero che ciascuno di noi possa contribuire a rendere meno dolorosa la situazione di questo nostro collega e amico. Prima della scrittura, c’è sempre la vita.

Auguri di buone letture, di ottime scritture e di buone feste a tutti dal sottoscritto e da tutti gli amici della redazione di Scrivo.me.

Parole chiave: #, #, #

Rubrica: La posta del Direttore, Top post

  • Scritto da:

  • Edoardo Brugnatelli
  • Nato nel 1956 (era presidente Gronchi). Laurea in Filosofia all’Università di Pavia. Per anni ho giocato (da brocco) a rugby. Suono male diversi strumenti a corda. Lavoro in Mondadori dal 1990: ho cominciato come redattore e ho finito per dirigere una collana (questo ci dice che c’è una speranza per tutti). Ho tre figli e un giro vita importante. Sto imparando il bergamasco.


Commenta su Facebook

commenti

Email
Print