Libri alla mano per la domenica mattina

Libri alla mano per la domenica mattina Foto: www.flickr.com/photos/charles_chan

Settimana intensa al lavoro. Cena, dopo-cena e discoteca il sabato sera. Diversi cocktail. La cervicale che non ti dà tregua. La domenica mattina si dorme, e non ce n’è per nessuno. Poi uno si alza tardi, a mezzogiorno, si fa il caffè e si pone il primo dubbio della giornata: faccio colazione o aspetto direttamente il pranzo? Dopo mangiato, due passi, e forse anche un po’ di sport per buttare giù i chili di troppo.

Uno scenario abbastanza comune, non vi pare? Quali libri allora per quelle domeniche mattina un po’ così, quando si carbura lentamente, si esce a fare due passi se fuori c’è il sole, o magari per un po’ di jogging.

Appena mettete su la Bialetti, provate ad accompagnarla con Fondi di caffè di Mario Benedetti, la storia di Claudio, il protagonista, raccontata per episodi ed aneddoti in cui la memoria della Montevideo tra le due guerre si sedimenta, appunto, come i fondi del caffè.

E se vi viene fame, avete due possibilità: nutrire la mente con Del profumo dei croissants caldi e delle sue conseguenze sulla bontà umana. 19 rompicapi morali di Ruwen Ogien, un “antitrattato” di etica che con degli esempi molto concreti a quanto mai paradossali espone alcuni nodi della filosofia morale. Oppure, più prosaicamente, scegliete una della 50 ricette che Simone Rugiati suggerisce per il brunch domenicale nel suo Storie di brunch. Racconti e ricette per gustare e condividere la domenica in compagnia.

Per smaltire invece i panini e le pizzette divorati nelle pause pranzo della settimana, o semplicemente per rilassarsi un po’, si può andare a fare una passeggiata al parco con Jean-Jacques Rousseau e il suo Le fantasticherie del passeggiatore solitario, facendo tesoro del suo consiglio: «trasformare il dolore in voluttà». Per i più sportivi, un’oretta di corsa insieme a Murakami Haruki e il suo L’arte di correre.

E buona domenica!

Parole chiave: #, #, #, #, #

Rubrica: Libri alla mano

Commenta su Facebook

commenti

Email
Print