L’atroce morte di Peppa Pig (e altri racconti self-published)

L’atroce morte di Peppa Pig (e altri racconti self-published) Ho ammazzato Peppa Pig (particolare della copertina)

Sulla Nazione si parla di Giorgio Gagliardoni, narratore self-publisher made in Umbria che si è dedicato a Peppa Pig, il fenomeno cartoon che sta facendo impazzire non solo i bambini di tutta Italia ma anche (o soprattutto) i loro genitori oramai costretti dalla prole a sciropparsi sessioni di cartoni animati in dosi pesanti.

Ma attenzione, non comprate questo ebook per leggerlo ai vostri figlioli prima di augurar loro la buonanotte: si tratta di una raccolta di storie caratterizzate da un umorismo nero e grottesco. Pagine adatte a un pubblico di genitori ironici, non certo ai molti minorenni fanatici della famiglia di suini. Anzi, nel racconto che dà il titolo all’antologia tocca proprio a un padre di famiglia, stanco di vedere puntate di Peppa & soci ogni sera, far suo il ruolo di sicario.

Il libro di Gagliardoni ospita questa e altre sei storie. L’autore è un trentottenne copywriter prestato “per caso” all’editoria self-pub. Al cronista della Nazione spiega come la sua esperienza con l’autopubblicazione sia stata finora più che positiva. E invita i suoi colleghi della letteratura fai-da-te a non prendersi troppo sul serio:

Intanto la cosa nasce in un momento in cui mi sono trovato ad avere più tempo libero del solito. Così ho pensato di scrivere questi racconti. Sette in tutto. Quindi un po’ per il lavoro che svolgo, un po’ perché ormai tutti viviamo connessi o interconnessi, ho deciso di promozionarlo sul web. Il self publishing è molto interessante, non so se sarà l’editoria del futuro, in ogni caso invece di aspettare un editore ho preferito pubblicare il volume così come era venuto. Un po’ per libertà creativa. E poi perché comunque è solo un divertimento.

Non sappiamo quanto l’ebook di Gagliardoni sia davvero divertente. Stupisce però vedere come anche da noi i giornalisti, locali e non, comincino a esser incuriositi dal self-publishing e a osare persino qualche timida intervista agli autori. Certo, non siamo ancora ai livelli del giornale più influente d’Europa, l’inglese Guardian, che nelle pagine del canale Books dedica all’autopubblicazione un’intera rubrica.

Parole chiave: #

Rubrica: L'Edicola

Commenta su Facebook

commenti

Email
Print